Musica dall’alto! La terrazza Mazzini segna il ritmo dell’estate. L’interessante collaborazione tra Alan Bedin e Thelonious Scuola Di Musica.

La terrazza Mazzini segna il ritmo dell’estate! Attesi Vino del Mar, Magnetofono, Claudio Fasoli Four e vari altri live. Mazzini 39 e l’indirizzo dell’estate. Sulla nuova terrazza del teatro comunale di Vicenza fino a settembre si apre una serie di appuntamenti con la musica dal vivo e dj set. La superficie di 240 m quadri ospita un’area attrezzata per le sue missione di musicisti e gruppi, un bar, salotti e tavolini, una zona al coperto se piove. E, il parcheggio di viale Mazzini è gratuito dopo le 19. Martedì 14 dalle 18 c’è l’anteprima del lumen festival 2016. Si prosegue giovedì 16 giugno, 18:00, con la musica live e del Vino del Mar gruppo di sette musicisti che proporrà Psych Latin Rock, un mix di musica strumentale con influenze che spaziano dal jazz al rock psichedelico, dal Latin all’afro beat, dal Lounge al Surf strumentale. L’evento , realizzato in collaborazione con ConGusto, proporrà un mix di brani da ballare età ascoltare. A fare da cornice proiezioni grafiche dall’appeal psichedelico. Giovedì 23 giugno, sempre 18, appuntamento con la musica dal vivo con i magnetofono: si tratta di Alan Bedin (voce), Emanuele Gardin (pianoforte), Marco Penzo (contrabbasso) ed eccezionalmente Valerio Galla le percussioni. Il trio si presenterà accompagnato da un percussionista, per proporre la sua produzione atipica, a metà strada fra la canzone la performance varietà, genere ibrido in cui confini, categorie definizioni vengono meno, lasciando in luce la forza espressiva della musica, un live performante tanti strani quei stravagante, quanto brillante interessanti all’ascolto. Domenica 26 giugno, 18:00, sarà la volta del Claudio Fasoli Four (formazione Jazzistica composta da C.Fasoli Al sax tenore e sax soprano, Michele Calgaro alla chitarra elettrica, Lorenzo Calgaro al contrabbasso e Gianni Bertoncini alla batteria + electronics) con Micheal Gassmann. Claudio fasulli e sassofonista, compositore docente, collabora con importanti testate jazz, mentre Michael Gassman suona la tromba in numerose formazioni jazz. Musicisti conosciuti, come i fratelli Calgaro e Gianni Bertoncini, completano il quintetto che proporrà un programma di improvvisazione jazz di sicura qualità.

IMG_7203

Annunci

Hare Krishna. Un sorriso infinitamente affascinante. Il mantra devozionale ha anche un fascino pop

(Giornale di Vicenza, domenica 12 giugno 2016) Domenica scorsa 5 giugno un mantra ha tenuto lontano il temporale preannunciato dal meteo per il centro di Vicenza. Questo, almeno, è piaciuto a pensare ai partecipanti di “mantra a gran voce”, in loggia del Capitaniato Per cinque ore di danze tradizionali indiane e musica omaggiante il Maha Mantra. Non è stata una semplice manifestazione per il 50º della Iskon (Società mondiale per la coscienza di Krishna), ma un appuntamento concepito e condotto con intelligenza che ha alternato il canto dei devoti, l’esibizione degli insegnanti del Dipartimento di musica indiana del Conservatorio di Vicenza, il live di Florio Pozza con la Compagnia Blu e, ultimo ma non di importanza, quello dei partecipanti al progetto “Hare Krishna. Un sorriso infinitamente affascinante“, recentemente confluito in un CD di particolare bellezza. A spiccare per esuberanza é Alan Bedin, direttore artistico, presentatore cantante e musicista. Vista la limitatezza quantitativa nel testo (tre parole: “Hare”, “Krishna” e “Rama”, in scansioni diverse) i Nostri hanno reso a casa ti va mente la proposta con scelte accordali e strumentali diverse che omaggiavano “All along The watchtower” di Bob Dylan, scampoli melodici da Erik Satie alla tastiera e batteria in quattro quarti.

FullSizeRender
Il Mantra devozionale ha anche un fascino pop. (C) 2016 Filippo Bordignon. Il Giornale di Vicenza.

 

HARE KRISHNA. Un sorriso infinitamente affascinante. Il Mantra a Gran Voce che ha acceso Piazza dei Signori

Primo intervento. Canto del Maha-Mantra
HARI KIRTANA (gruppo musicale di devoti del Tempio Hare Krishna Prabhupadadesh di Albettone, VI). Guru Carana prabhu (Ferdinando Casoni), Nitaicandra (Dimic Branislav): mridanga, Krishnananda (Fabio Grisotto): karatala, Anuradha (Fortunata Barbuiani): voce, Caterina Casasola: voce e flauto, Federica Dal Ponte: chitarra e santoor

Secondo intervento. Danza contemporanea e Canto del Maha-Mantra
Florio Pozza & Compagnia Blu. Florio Pozza: Didgeridoo, foot stomp, gayandi. Annalisa Bannino: Dir. artistica Gruppo danza contemporanea. Danzatrici: Cinzia Paoletta, Arianna Berlato, Gabriela Rodriguez, Francesca Leto, Francesca Molon, Enrica Crivellato, Annalisa Bannino. Alan Bedin: intervento voce

Terzo intervento. Danza e musica tradizionale. Canto del Maha-Mantra
INSEGNANTI DIP.MUSICA INDIANA (Conservatorio di Vicenza)
Voce, armonium, tampura: Patrizia Saterini, Khol: Marco Colle, Tabla: Riccardo Meneghini, Flauto bansuri: Angelo Sorato, Danza: Laura, Letizia Tomelleri
Le danze presentate: – Pushpanjali, la danza propiziatoria di offerta dei fiori alle quattro direzioni – Murali Krishna: i giochi di Krishna, danza della gioia – Jagan Mohanane Krishna: le gesta di Krishna – Gajavadana Beduve – danza propiziatoria a Ganesh – Kautwam – danza propiziatoria a Shiva – Mahamantra: kirtan – Bhajan

Quarto intervento. Danza contemporanea e Canto del Maha-Mantra
Florio Pozza & Compagnia Blu. Florio Pozza: Didgeridoo, foot stomp, gayandi. Annalisa Bannino: Dir. artistica Gruppo danza contemporanea. Danzatrici: Cinzia Paoletta, Arianna Berlato, Gabriela Rodriguez, Francesca Leto, Francesca Molon, Enrica Crivellato, Annalisa Bannino. Alan Bedin: intervento voce

Quinto intervento. Canto del Maha-Mantra (finale)
Alan Bedin: voce, synth, ghironda, Alessia Carlotto: voce, Emmanuele Gardin: tastiere, elettronica, Nicola Sgreva: chitarra, guzheng, Massimo Tuzza: percussioni, Marcelliano Grandesso: Fisarmonica.

13347008_966076716847422_4216851785826674986_n

A Gran Voce 2016. Dall’ambito medico scientifico a quello artistico performativo, fino all’attesissimo momento spirituale nel cuore di Vicenza.

Mantra per tutti in Piazza dei Signori. ‘Mantra a Gran Voce’ è l’iniziativa che ha portato in Piazza dei Signori (davanti la Loggia del Capitaniato), domenica 5 giugno dalle 15 alle 20, un’occasione libera ed estemporanea dove cantare e ballare per la creazione di un punto energizzante. L’appuntamento sancisce la collaborazione tra il percorso di approfondimento vocale curato dal cantante performer Alan Bedin e da Giovanna Baracca, realizzato nel nuovo Spazio Cuca (Centro Urbano Cultura Artistica) di Sovizzo, e l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza Jacopo Bulgarini D’Elci. Il percorso ‘A Gran Voce’ ha offerto la possibilità di esplorare in maniera approfondita lo “strumento voce”, passando dall’ambito medico-scientificoa quello artistico-performativo. “Non poteva mancare una collaborazione con Hare Krishna, in particolare con il Centro spirituale Prabhupada Desh di Albettone, ma anche del Dipartimento di Musica Indiana del Conservatorio di Vicenza, la Iskon (Società mondiale per la coscienza di Krishna) e la Compagnia Blu Teatro Danza“. “Recitare il Maha Mantra – dicono gli organizzatori – è uno dei più efficaci metodi per raggiungere la pace mentale e generare equilibrio, armonia energia.13320867_10208409457908108_4596173659308749415_o